Autore: Anna Minguzzi

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

About Anna Minguzzi

has published 10081 posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

Mamamicarburo – Recensione: Barçelona

Se un giorno, aggirandovi per le campagne emiliane fra Modena e Reggio, doveste imbattervi in un giardino contenente la statua di una Stratocaster, non spaventatevi: siete sicuramente finiti nella terra dei Mamamicarburo, validissimo gruppo con alle spalle quasi vent’anni di attività che, non si capisce per quale motivo,...

Three Days In Rock: Live Report

Il locale Santi Angeli Music House, in collaborazione con la Black Leather Agency ed i Tarchon Fist, ripropone per il secondo anno di seguito tre serate di musica live all’insegna del rock e del metal, nella splendida location della zona trevigiana del Montello, il tutto accompagnato da voglia...

Bullfrog – Recensione: Beggars & Losers

Il metallaro medio, all’avvicinarsi delle ferie estive, ha due possibilità di scelta. O si rinchiude ancora di più nel proprio antro e sprofonda verso le sonorità più cupe e catacombali per sconfiggere sole, caldo e afa, oppure si lascia coinvolgere dall’atmosfera più festaiola e sconfina verso territori più...

Kiko Loureiro – Recensione: Fullblast

Insieme al compagno di avventure Felipe Andreoli al basso e il mago delle pelli Mike Terrana, il bel chitarrista degli Angra arriva al traguardo del suo terzo disco solista. Più vicino allo stile del primo album, “No Gravity”, ma decisamente più maturo, “Fullblast” esprime in modo migliore le...

Bai Bang – Recensione: Are You Ready

Il mercato nordeuropeo dell’hard rock, sleaze e derivati si sta decisamente sovraffollando, e accanto ai volti nuovi ricompaiono anche i “veterani”, come i Bai Bang appunto, che nonostante in vent’anni di carriera abbiano prodotto soltanto sei album in studio, riusciranno a destare interesse negli amanti di lacca, lustrini,...