Autore: Anna Minguzzi

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

About Anna Minguzzi

has published 9750 posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

Twinspirits: Intervista a Daniele Liverani

Dopo avere parlato più volte della sua produzione, finalmente abbiamo l’opportunità di scambiare quattro chiacchiere con Daniele Liverani. L’occasione, e quindi il focus principale dell’intervista, è l’uscita di “The Forbidden City”, secondo album dei Twinspirits, ma oltre a questo sono molti altri gli argomenti trattati. Ciao Daniele, è...

Black Deal – Recensione: Escape

Questo disco è innanzitutto una celebrazione, un ricordo sia di un’epoca che di un gruppo che, non per volontà propria, non ci sono più. I Black Deal nascono a Torino, all’interno del carcere minorile Ferrante Aporti, riscuotono un certo successo e riescono ad arrivare ad alcune incisioni in...

Inamba – Recensione: Inamba

La stampa del loro Paese, il Regno Unito, per definirli, ha utilizzato espressioni molto positive, considerandoli come una rivelazione nell’attuale scena classic rock, sull’esempio di grandi nomi come AC / DC, Guns And Roses e The Wildhearts. Probabilmente non c’è bisogno di gridare al miracolo, tuttavia non si...

Richie Kotzen – Recensione: Peace Sign

Di questo chitarrista sono già state decantate più volte le doti, la versatilità e l’esperienza, tutti aspetti ampiamente consolidati da un ventennio di album solisti, pubblicati con cadenza spesso annuale, talvolta anche con una frequenza maggiore. Nonostante ciò, ci si stupisce sempre ogni volta che Richie Kotzen pubblica...