Autore: Andrea Sacchi

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

About Andrea Sacchi

has published 3494 posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

Integrity – Recensione: Integrity/Krieg (Split)

La Relapse Records pesca nell’underground americano (ma nemmeno troppo underground, se siete avvezzi alle sonorità estreme) e propone questo interessante split-Ep che vede “sfidarsi” gli Integrity, veterani dell’hardcore punk con 30 anni di storia alle spalle e i blacksters Krieg, diabolica entità del New Jersey sulle scene dal...

Queen – Recensione: Queen II

Correva la Primavera del 1974. A pochi mesi da un debutto omonimo interessante ma ancora lontano dal rock di classe che distingueva la band, i Queen tornarono in scena con un album maturo e fuori dagli schemi, un platter che anticipa e sviluppa le coordinate art rock progressive...

Sear Bliss – Recensione: Letters From The Edge

A sei anni di distanza dal precedente “Eternal Recurrence”, ritroviamo con piacere gli ungheresi Sear Bliss. Poco conosciuti ma tenaci, i Sear Bliss arrivano all’ottavo album in studio tagliando il significativo traguardo del venticinquesimo anno di attività. “Letters From The Edge” ribadisce la qualità discografica del gruppo, ancora...

Atrocity – Recensione: Okkult II

Non c’è che dire, gli Atrocity fanno le cose con calma. Per farle bene? Insomma. Sono passati cinque anni da “Okkult” e i tedeschi tornano sul mercato discografico con il capitolo centrale dell’annunciata trilogia, naturalmente “Okkult II”. Altrettanto naturalmente, l’album prosegue nella direzione intrapresa dal suo predecessore, ovvero...

Immortal – Recensione: Northern Chaos Gods

Basta dare uno sguardo ai titoli che compongono “Northern Chaos Gods”, primo album degli Immortal dell’epoca Demonaz, per capire come il disco stesso sia una sorta di tributo alla band, al suo immaginario lirico/concettuale (e di concept si tratta, trattandosi di canzoni che narrano di Blashyrkh, regno dell’oscurità...

Vanhelga – Recensione: Fredagsmys

Attivi dal 2001, gli svedesi Vanhelga tagliano il traguardo del quinto album in studio, nuovo tassello di una discografia in realtà piuttosto vasta, ricca principalmente di Ep e split. Una band black metal fuori dal coro, autrice di un’evoluzione costante eppure ben poco nota, i Vanhelga hanno fatto...

Madball – Recensione: For The Cause

Ritrovare i Madball è un po’ come incontrare dei vecchi amici che si erano persi di vista: sai bene cosa aspettarti da loro. E in 30 anni suonati di attività, questi ragazzi dell’hardcore newyorchese non hanno mai compiuto un passo fuori dal loro sentiero, mostrando coerenza e passione...