Autore: Andrea Del Prete

About Andrea Del Prete

has published 117 posts

Demiricous – Recensione: Two (Poverty)

Seconda uscita ufficiale per il combo statunitense Demiricous, autore di un melting pot volto alla furia iconoclasta slayeriana imbastardita dalle nuove tendenze metalcore. Ritmiche sostenute che si tramutano in violenti blast-beat, reggono un suono senza compromessi in cui lo spettro di Tom Araya aleggia per tutte le dodici...

Witchcraft – Recensione: The Alchemist

Terzo disco e terzo centro per gli svedesi Witchcraft, sorta di ‘mosca bianca’ nell’attuale panorama discografico. La proposta vintage di ‘The Alchemist’ riporta la mente verso lidi indimenticabilmente seventies, ove regnava solo una genuina ispirazione e gli albi rappresentavano in pieno siffatta ‘pastorale’ attitudine. Un’alternativa credibile verso generi...

Baroness – Recensione: The Red Album

I Mastodon di Brann Dailor hanno di fatto creato una piccola rivoluzione in ambiente metallico, grazie alla loro attitudine legata a doppio filo sia al passato che al presente. Riattualizzare l’attitudine prog dei primi Metallica, miscelata agli umori post-hardcore delle nuove generazioni, si è rivelata intuizione vincente ed...

Hacavitz – Recensione: Katun

Memori del precedente ‘Venganza’ (edito lo scorso anno), l’ultima fatica dei messicani Hacavitz ci coglie decisamente di sorpresa. Infatti l’attitudine ‘death’, presente nel precedente tomo, viene completamente abbandonata in favore di un minimale black metal di stampo chiaramente norvegese. L’alone oscuro delle tematiche richiamanti riti arcani dell’epoca atzeca,...

Deathchain – Recensione: Cult Of Death

Ritorno apprezzabile per i finlandesi Deathchain, con un albo rappresentante (forse) la svolta decisiva in termini di peculiarità. Forti dell’ingresso dell’ottimo growler K.J. Khaos (di fama Deathbound), l’act nord europeo sfodera una compattezza inedita, marcata da esacerbante death metal senza alcun compromesso. Otto tracce lunghe e complesse guadano...

C-187 – Recensione: Collision

Il ritorno in scena dopo tre lustri di Patrick Mameli, indimenticato chitarrista (e cantante) dei seminali Pestilence, è di quelli che in ambiente ‘metallico’ mette tutti in fibrillazione. La classe esecutiva ed il coraggio compositivo, hanno sempre contraddistinto la carriera musicale del nostro e non sono mai state...