Autore: Alberto Capettini

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

About Alberto Capettini

has published 907 posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

Angra – Recensione: ØMNI

Era davvero difficile bissare un lavoro sorprendente ed inattaccabile come “Secret Garden” anche se ti chiami Angra e dalla prima metà degli anni ’90 ti sei ritagliato un ruolo di tutto rispetto nella ridefinizione del genere power facendolo espandere in svariate direzioni e donandogli nuove sfaccettature pur conservando...

Long Distance Calling – Recensione: Boundless

Tornano all’origine i Long Distance Calling, vale a dire a musica totalmente strumentale e legata a riff muscolari sapientemente mixati ad atmosfere dal taglio psichedelico con particolari rimandi all’esordio “Satellite Bay” (che è stato abbastanza di recente tributato in toto con una serie di concerti); viene abbandonata quindi la via percorsa...

Perfect Beings – Recensione: Vier

Perfettamente strutturato per essere distribuito su un doppio LP (è infatti composto da quattro lunghe tracce “Guedra”, “The Golden Arc”, “Vibrational” e “Anunnaki”… suddivise a loro volta in quasi venti brevi canzoni) “Vier” è sicuramente l’album più ambizioso tra i tre realizzati dai Perfect Beings, un lavoro dalla...