Autore: Alberto Capettini

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

About Alberto Capettini

has published 963 posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

Haken – Recensione: Vector

Noncuranti del fatto che la fretta possa a volte essere cattiva consigliera e, con ancora negli occhi e nelle orecchie immagini e suoni del recente “L-1VE” gli Haken pubblicano un nuovo album dal titolo “Vector” (oltre ad essere in procinto di intraprendere un nuovo tour mondiale). Concepito in...

Gosta Berlings Saga – Recensione: Et Ex

Praticamente sconosciuti dalle nostre parti (tranne che per gli addetti ai lavori più a contatto con l’underground) fino alla firma del contratto con Inside Out i Gösta Berlings Saga sono un entità a sè stante; gli svedesi infatti propongono in maniera spiccatamente “cinematografica” la propria visione di post...

Northward – Recensione: Northward

La prorompente vocalità di Floor Jansen che in tempi recenti ha rivitalizzato il carrozzone Nightwish dopo la prematura fine dei validissimi After Forever va ad unirsi alla sapienza chitarristica di Jorn Viggo Lofstad, già spinta propulsiva dei Pagan’s Mind nonché songwriter apprezzato in ambito power melodic metal (Jorn...

Seventh Wonder – Recensione: Tiara

Ci sono voluti ben otto anni ai Seventh Wonder per tornare sul mercato; in mezzo un nuovo contratto con Frontiers, il live “Welcome To Atlanta Live 2014” e il reclutamento di Tommy Karevik nei Kamelot. Nel pluriannunciato “Tiara” gli svedesi continuano a proporre il loro condensato di prog metal, power e...

Monuments – Recensione: Phronesis

Prosegue il percorso dei Monuments, sempre all’insegna dell’aggressività metalcore sapientemente mixata a melodia (gli interventi di voce pulita di Chris Barretto) e tecnica di alto livello (“A.W.O.L.”)… soprattutto nella batteria suona dall’ex batterista Anup Sastry. Diciamo che la band dei chitarristi John Browne e Olly Steele è tra...