Autore: Alberto Capettini

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

About Alberto Capettini

has published 973 posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

Soilwork – Recensione: Verkligheten

Dopo l’interlocutorio “The Ride Majestic” c’era estrema curiosità nel testare lo stato di forma dei Soilwork, band sulla quale il colosso Nuclear Blast sta investendo notevolmente in termini promozionali. “Verkligheten” significa “Realtà” in svedese, un’entità che i membri della band cercano, attraverso questo lavoro, di rifuggire per una...

Skyharbor – Recensione: Sunshine Dust

Pur avendo sempre seguito con interesse gli Skyharbor, band con base in India, non abbiamo a suo tempo recensito i primi due, validissimi, album “Blinding White Noise: Illusion & Chaos” e soprattutto “Guiding Lights” (dove spiccava l’ingombrante presenza di Dan Tompkins dei TesseracT) mentre abbiamo avuto occasione di...

Rainburn – Recensione: Insignify

Letteralmente dall’altra parte del mondo ci è stato recapitato il promozionale di un interessante band chiamata Rainburn che, dopo una serie infinita di cambi di line-up e un EP a titolo “Canvas Of Silence”, arriva all’agognato esordio sulla lunga distanza. “Insignify” è un concept basato sulla ricerca di...